Comunicato stampa cerimonia di premiazione (15.09.2021)

Premio Letterario Francesco Gelmi di Caporiacco: Grande successo dell’evento di premiazione

Si è svolto ieri nella splendida cornice della Sala della Società Filarmonica di Trento il grande evento di premiazione per la consegna dei Premi della IX edizione del Premio letterario internazionale “Francesco Gelmi di Caporiacco”. Titolo di questa ultima edizione è stato “La naturalità dell’impegno: sfide per un nuovo umanesimo”.

Un premio per rivendicare la centralità dell’arte in ogni sua forma, e della necessità che l’informazione svolga il suo importantissimo ruolo di raccontare il reale.

Marina Gelmi di Caporiacco, presidente dell’Associazione “Francesco Gelmi di Caporiacco” che organizza il premio e sorella dello scomparso editore, attore centrale del processo di rinnovamento e sviluppo del quotidiano l’Adige di Trento: “Questa edizione rappresenta un significativo successo e ribadisce la necessità di continuare il percorso fin qui tracciato. La buona scrittura e la creatività sono al servizio dell’analisi e garantiscono un futuro migliore”.

La consegna dei premi è stata seguita dalla tavola rotonda dal titolo “L’informazione di fronte al potere” coordinata da Luciano Canfora, presidente della Giuria del Premio. Il dibattito ha visto protagonisti, insieme a Canfora, Marino Sinibaldi, Barbara Stefanelli, il direttore del giornale l’Adige Alberto Faustini e il direttore dei giornali Corriere del Trentino e Corriere dell’Alto Adige Alessandro Russello.

Importanti le parole di Barbara Stefanelli che ha voluto ricordare Maria Grazia Cutuli, inviata del Corriere della Sera, morta in un attentato vicino a Kabul nel 2001. I recenti avvenimenti in Afghanistan hanno riacceso l’attenzione su quella parte di mondo e richiedono l’impegno di tutta la società civile per difendere le donne afghane.

La Giuria del Premio, presieduta dallo storico e filologo Luciano Canfora e composta da Gianmario Baldi, Edoardo Barbieri, Brunamaria Dal Lago Veneri, Franca Eller, Paola Maria Filippi, Alberto Faustini, Alessandro Russello, Enrico Franco, Rodolfo Taiani e Danilo Curti, ha selezionato i vincitori tra le 60 opere di 25 case editrici e autori di tutta Italia e del mondo.

Sezione Saggi

Vincitore

EUGENIO BORGNA, Saggezza, Il Mulino 

“Una modalità per predisporsi ad accogliere la storia intima dell’umanità ma al tempo stesso per lanciare un ponte verso il futuro facendo tesoro di quelle conoscenze in grado di aiutare a captare il senso profondo dei cambiamenti in atto e il percorso da intraprendere come singoli e come singoli parti di un tutto. […] Per averlo saputo trasferire con intensità emotiva e nitidezza espositiva nelle pagine di questa sua nuova produzione quale viatico alla costruzione di nuove e salde fondazioni etiche della vita e dell’agire presenti e futuri.”

Secondi ex aequo

GIUSEPPE COTTURRI, Responsabilità globale, Castelvecchi.

“L’autore enuclea con grande lucidità i caratteri di solidarietà e coesione della compagine sociale che la pandemia ha risvegliato dimostrando la necessità, che ne consegue, di un agire interpersonale generato da un’assunzione di responsabilità individuale che non delega e non si accontenta di essere rappresentata.”

J. SAFRAN FOER, Possiamo salvare il mondo, prima di cena, Guanda.

“Il libro termina con un appello accorato, e dunque con una luce di speranza: che ogni genitore insegni ai propri figli, non solo a parole ma anche con i fatti, la differenza che c’è “tra correre verso la morte, correre per sfuggire alla morte e correre verso la vita”. Un tema difficile, scomodo da raccontare, trattato con grande umanità e con straordinaria efficacia.”


Sezione Letteratura

Vincitore 

ANTONIO MORESCO, Canto degli Alberi, Aboca.

“Sentire le voci della natura è fidarsi dell’altro, entrare in sintonia, suono e silenzio assieme. Se ci sarà salvezza per noi uomini […] è diventare alberi o entrare in sintonia con gli altri esseri che formano il mondo e ascoltare il loro canto corale che possiamo chiamare il respiro del mondo”.

Secondi ex aequo

MAJA LUNDE, La storia dell’acqua, Marsilio

“L’autrice […] fa dell’elemento acqua il vero protagonista della sua affabulazione. Non sono gli uomini e le donne al centro di dinamiche antiche, e pur sempre attuali, ma il liquido primordiale senza il quale la vita non può esistere. Due storie parallele narrate con grande capacità evocativa”.

RICHARD POWERS, Il sussurro del mondo, La nave di Teseo.

“La trama è costruita con rara intelligenza e con la consapevolezza di voler offrire al lettore un altro punto di vista, quello degli alberi: un modo per riscoprire e riprendere possesso del valore della solidarietà, della collaborazione.”

Il Premio Speciale per la Comunicazione giornalistica, assegnato per la prima volta direttamente dalla Giuria che ha individuato in relazione al tema proposto uno o più progetti particolarmente efficaci, è stato attribuito ex-aequo a:

BARBARA STEFANELLI per il blog collettivo al femminile “La 27esima ora”, giunto al suo decimo anno di vita. “La 27esima ora” rappresenta un chiaro esempio di impegno civile, superando lo stereotipo per cui delle tematiche femminili si debbano occupare solo le donne. Barbara Stefanelli è stata redattrice dal 1992 al Corriere della Sera e successivamente presso lo stesso giornale caporedattrice Esteri e caporedattrice centrale, prima di essere nominata nel 2009 vicedirettrice e dal 2015 vicedirettrice vicario. 

MARINO SINIBALDI, in RAI dalla fine degli anni ottanta, mattatore del programma radiofonico “Fahrenheit” e dal 2009 direttore di Radio3.
“Ha fatto di Radio 3 una comunità di ascoltatori ma anche un’istituzione culturale che ha una media di un milione e 300.000 ascoltatori al giorno.”

L’evento è stato arricchito da tre splendidi interventi musicali del Trio “Adhara” (Giulia Tamborino al clarinetto, Rebecca Rotondi al violoncello e Lucrezia Slomp al pianoforte) con brani di Alexander Zemlinsky e Robert Muczynski. 

Il Premio, promosso e sostenuto dall’Associazione culturale Francesco Gelmi di Caporiacco si avvale del patrocinio dei giornali l’Adige, Corriere del Trentino, Corriere dell’Alto Adige e della rivista semestrale di studi storici Archivio Trentino.

Comunicati stampa, fotografie, bando in:
Premio 2020-21 / IX° Edizione